Investire in Repubblica Dominicana, informazioni economiche e servizi legali, fiscali e contabili rivolte alle imprese

Investire in Acquacoltura - Allevamento intensivo di pesci di acqua dolce

Altra forma di inestimento monto redditizia con ampi spazi di possibilità di investire in Repubblica

Acquacoltura: cos’è

L’acquacoltura è una forma di produzione agricola, che avviene in acque dolci o salate, finalizzata all’allevamento di pesci, molluschi, crostacei e alghe per sopperire al forte bisogno di prodotti ittici per l’alimentazione umana in continuo aumento in tutto il mondo e che non può essere soddisfatto unicamente dalla pesca.

Da migliaia di anni, l’acquacoltura fornisce alla dieta umana la fonte di proteine della più alta qualità al mondo. Le prime testimonianze di questo metodo risalgono alle antiche dinastie cinesi ed egiziane che le tramandarono a loro volta alle nascenti popolazioni etrusche e romane. Nell’allevamento intensivo di pesci è di fondamentale importanza l'apporto umano per la somministrazione di alimentazione di tipo artificiale, con formulazioni adatte alle specie allevate. Si attua per lo più sulla terra ferma in vasche di cemento o in terra. Negli ultimi anni sta sempre più diffondendosi quello praticato in mare utilizzando gabbie e recinti.

impianto di allevamento di tilapia in repubblica dominicana
Investire in Acquacoltura: un oceano di opportunità

Settore della produzione agricola in più rapida crescita al mondo, l'acquacoltura rappresenta il 50% del consumo di pesce mondiale. La popolazione umana mondiale mangerà 30 milioni di tonnellate di pesce entro il 2030, in base a una stima dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura. Secondo una recente analisi, inoltre, il mercato dell'acquacoltura è stato valutato per 176 miliardi di dollari, con una crescita annua del 5,8%.

Se questo tasso di crescita continuerà, il settore dell'acquacoltura e l’allevamento intensivo di pesci dovrebbe superare la pesca commerciale entro il 2026. L’industria dell’acquacoltura di pesce e frutti di mare è in effetti un’industria molto grande e praticamente fiorente in tutte le parti del mondo, specialmente in paesi sviluppati come Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Portogallo, Germania, Australia e Caraibi e altri.

I dati dicono che solo negli USA, ci sono circa 2.087 società di acquacoltura di pesce e frutti di mare autorizzate e registrate direttamente responsabili di impiegare circa 10.440 dipendenti e indirettamente responsabili di impiegare circa 1.339.900.L’industria incassa una cifra enorme di $ 1 miliardo all’anno con un tasso di crescita annuo previsto allo 0,3 per cento.

I vantaggi

Il settore dell’acquacoltura deve ancora superare molte delle sfide tecnologiche del ridimensionamento per soddisfare questa domanda. È un decennio o più indietro rispetto a tutti gli altri animali di produzione rispetto all'innovazione, e quindi è una delle opportunità più interessanti che stiamo vedendo sia per gli investitori agtech (che fondono agricoltura e tecnologia) che per le startup.

Se stai cercando di sfruttare il settore agricolo per generare entrate enormi, allora una delle tue migliori scommesse è avviare un’attività di allevamento intensivo di pesci. Una cosa è certa sull’avvio dell’attività di acquacoltura di pesce e frutti di mare, se sei in grado di condurre ricerche di mercato e studi di fattibilità, molto probabilmente non avrai difficoltà a vendere il tuo pesce e frutti di mare perché ci sono sempre aziende di trasformazione alimentare e consumatori là fuori pronti ad acquistare da te.

In termini di consumo di pesce, tutte le tendenze puntano al rialzo. Si prevede che la produzione ittica mondiale vedrà una crescita sostenuta a due cifre. C'è un enorme bisogno di innovazione e capitale ad alto rischio per alimentare il cambiamento.

Alla ricerca di forme sostenibili

L'aumento dell'acquacoltura può essere promettente per mitigare le pressioni ambientali dovute alla pesca eccessiva degli esemplari acquatici e risolvere la scarsità di cibo derivante dal crescente consumo globale di pesce. Tuttavia, per ottenere questi benefici, la crescita del settore dell'acquacoltura deve essere accompagnata da un aumento delle pratiche sostenibili.

Gli investitori hanno un ruolo fondamentale da svolgere grazie al loro potere di riallocare i fondi lontano da forme insostenibili di acquacoltura. Le sfide sono significative. Circa il 33% dello stock ittico mondiale selvatico viene pescato oltre i livelli sostenibili e il cambiamento climatico sta minacciando la salute di interi ecosistemi acquatici. L'industria dell'acquacoltura deve rispondere.

Ciò significa evitare le aziende che utilizzano farina di pesce proveniente da novellame o, facendo un uso massiccio di antibiotici nei loro stock ittici o creando scarichi significativi di acque reflue che minacciano la biodiversità.

Per finanziare la rivoluzione dell'acquacoltura sostenibile, gli investitori devono essere in grado di definire la sostenibilità dell'acquacoltura, affrontare gli attuali ostacoli agli investimenti e identificare opportunità di investimento di grande impatto.

Acquicoltura in Repubblica Dominicana: una grande opportunità alimentare e commerciale

The State of World Fisheries and Aquaculture è la pubblicazione tematica rilasciata dalla FAO con cadenza biennale e focalizzata sulla descrizione dello stato dell'arte della pesca e dell'acquacoltura nel mondo. L'edizione ad oggi più recente, datata 2018, sottolinea la crescita costante dell'acquacoltura a livello globale con il trend più alto nel comparto agroalimentare. In particolare in Repubblica Dominicana, dove l’allevamento intensivo di pesci è in costante aumento.

La crescente domanda in questo Stato caraibico, incoraggia molti coltivatori a entrare nella produzione di acquacoltura in tutto il mondo e investire in agricoltura ad alto rendimento. Le imprese attualmente presenti e dedite all’allevamento intensivo dei pesci in Repubblica Dominicana si caratterizzano per la potenzialità e capacità produttiva e per le buone condizioni igienico sanitarie dell’allevamento ed eventuale lavorazione del prodotto stesso.

Nella Repubblica Dominicana le sperimentazioni di acquacoltura d'acqua dolce sono iniziate all'inizio degli anni Cinquanta con l'assistenza tecnica della FAO, che ha introdotto la carpa comune ( Cyprinus carpio ) e la tilapia ( Oreochromis mossambicus ). L'acquacoltura interna nella Repubblica Dominicana è costituita da vari tipi di coltura come indicato di seguito:

  • L'acquacoltura di sussistenza: consiste in piccole operazioni di proprietà di agricoltori rurali caratterizzate da bassa tecnologia e una piccola produzione di prodotti di scarso valore.
  • L'acquacoltura semicommerciale consiste in operazioni leggermente più grandi gestite con una tecnologia media, ma ancora integrate come attività agricola diversificata.
  • L'acquacoltur industriale è costituita da aziende commerciali private che producono quasi esclusivamente gamberi d'acqua dolce e gamberetti marini utilizzando un'alta tecnologia e producendo prodotti di alto valore principalmente per il mercato di esportazione.

Investire negli allevamenti di Tilapia in Repubblica Dominicana

Ad avere una forte potenzialità per il Paese è soprattutto l’allevamento di Tilapia. Secondo il Comitato per l'acquacoltura del Dominican Agribusiness Board (JAD), la Repubblica Dominicana ha il potenziale per sviluppare un'acquacoltura esportabile, e la tilapia si pone come una delle attività agricole più redditizie nei prossimi anni, con esportazioni sempre più elevate.

D’altronde non sorprende, dal momento che la Tilapia è la specie di acquacoltura più popolare al mondo. Il segreto del suo successo? Risiede nella sua bontà e non solo. Si tratta, infatti, di un pesce d’acqua dolce a basso contenuto di grassi saturi, con poche calorie, basso contenuto di carboidrati e bassa fonte proteica di sodio. Inoltre rappresenta una fonte preziosa di fosforo, niacina, selenio, vitamina B12 e potassio.

Negli anni la Tilapia, appartenente alla famiglia dei Ciclidi che vivono in acque tropicali in Africa, Sudamerica e Asia, è stata oggetto di incroci artificiali, e ne esistono specie con diverse forme e colori. Vive in mare e nelle acque dolci. Raggiunge la maturità sessuale già all’età di sei mesi e cova le uova ogni 6-8 settimane. La carne di questi pesci si adatta bene alla cottura arrosto, alla griglia o al vapore e presenta un interessante valore nutrizionale, caratteristiche che hanno determinato e continuano a determinarne il successo, annoverandolo fra i primi cinque pesci più allevati in acquacoltura.

L’allevamento richiede una bassa tecnologia e la specie risulta di ottima tolleranza ai parametri ambientali e con ottime performance di crescita. La Tilapia risulta quindi facile da coltivare da una serie di micro e piccole imprese come quelle che caratterizzano il settore della acquacoltura Dominicana.

Anche se il vantaggio principale del Tilapia consiste nella sua facilità di allevamento, a lungo termine lo sviluppo del settore dovrebbe portare ad investire nella ricerca, nell'attuazione di tecnologie sostenibili per l'acquacoltura (interne e offshore), nell'adozione di nuovi e tecnologie di produzione innovative per l'acquacoltura, nella gestione efficace delle risorse idriche utilizzate e nell’apertura di nuove opportunità di mercato.

Perché scegliere Dominicana Investimenti

L’allevamento di pesci di tilapia è un grande affare che richiede però ingenti capitali e competenze tecniche per essere in grado di avviarlo e gestirlo. L’allevamento di tilapia è altamente meccanizzato, ma la buona notizia è che ad oggi il numero di aziende che si occupano di questa attività è limitato, quindi il mercato è ancora libero.

Se vuoi iniziare un allevamento di tilapia per prima cosa ti servirà sviluppare un piano aziendale. Il tuo business plan dovrebbe dichiarare chiaramente come intendi raccogliere capitali o attrarre investitori, la tua strategia di marketing e molti altri fattori che ti garantiranno il successo.

Non sai da che parte iniziare? Niente paura. Dominicana Investimenti dispone di un team di esperti che accompagnerà l'investitore ad ogni passo dalle fasi iniziali della realizzazione fino all’allevamento, dando la possibilità di ottenere grossi risparmi economici sulla struttura.

dominicanainvestimenti.it supporta gli investirori nello sviluppo e attivazione del progetto di produzione di Tilapia